More…

More…

More…

Critical texts


In serra

In a greenhouse

All the artists that work with those who attend the Botteghe dell’Arte, at the former mental hospital Paolo Pini, have to cope with their own immediate ability to build relationships and to establish strong bonds. In other words, a maieutic attitude has to be one of the strongest features in every project, whose purpose is above all to reconnect the broken threads of language and meaning. In this sense […]

Intervista di Annalisa Portesi

Intervista di Annalisa Portesi a Marica Moro in occasione della mostra Come bolle di sapone, Spazio Starter, Milano, 2005

Che significato hai attribuito alle semi-sfere/bolle? 

La palla è da sempre uno dei giochi preferiti dai bambini: da rincorrere, tirare, riprendere, come le bolle di sapone, sfere da soffiare, in cui specchiarsi, seguendone la traiettoria nel vento, per poi vederle svanire all’improvviso, proprio come un sogno, un ricordo. La bolla di sapone […]

Nuovi paesaggi

Marica Moro riflette sulla corporeità dell’essere umano come partecipe del mondo biologico, e invita ad immaginare una sorta di identificazione con l’ambiente naturale.

L’impronta digitale, ingrandita e applicata al tronco tagliato, gioca con la similitudine delle forme: ai cerchi concentrici dell’albero si sovrappongono le linee concentriche delle dita. Nel rivolgere direttamente al fruitore la domanda che dà al titolo all’opera, E se foste una pianta o un paesaggio? l’artista trae spunto da Gilles Deleuze. In accordo […]

Nel tepore della serra

In the warmth of the greenhouse 

Entering a greenhouse is reassuring and gives a sense of safety, of tenderness and of friendly shelter. It is here that everything begins in nature, in the metaphor of the seed that germinates in the warmth of the greenhouse, giving life to a being that is half human half vegetable, half man half plant. At first its steps are uncertain, but then it becomes more and […]

Load More Posts